sabato 29 aprile 2017

Vaticano
Venezuela: le pape pose des conditions pour intervenir
AFP - La Presse
Le pape François a assuré samedi, dans l'avion qui le ramenait d'Égypte, que le Saint-Siège était disposé à intervenir comme «facilitateur» face à la crise au Venezuela, mais «avec des conditions claires». «Je crois que cela doit se faire avec des conditions. Des conditions très claires», a déclaré le pape, interrogé sur la manière dont le Vatican pourrait aider à faire cesser les violences qui ont fait déjà une trentaine de morts en un mois de manifestations hostiles au président socialiste Nicolas Maduro. (...)
Vaticano
Pope: U.S., North Korea need diplomatic solution to escalating tensions
CNS
(Carol Glatz)  A diplomatic solution must be found to the escalating tension between North Korea and the United States, Pope Francis told journalists. “The path (to take) is the path of negotiation, the path of a diplomatic solution,” he said when asked about U.S. President Donald Trump’s decision to send Navy warships to the region in response to North Korea’s continued missile tests and threats to launch nuclear strikes against South Korea, Japan and the United States.  (...) 
(a cura Redazione "Il sismografo")
Risposta di Papa Francesco sull'aereo che lo riportava dall'Egitto sulla situazione in Venezuela.
Domanda:
In Venezuela la situazione sta peggiorando. Che cosa si può fare? Il Vaticano può fare una mediazione?
Papa Francesco
«C’è stato un intervento della Santa Sede su richiesta dei quattro presidenti che stavano lavorando come facilitatori, ma la cosa non ha avuto esito perché le proposte non sono state accettate o venivano diluite. Tutti sappiamo la difficile situazione del Venezuela, un paese che io amo molto. So che ora stanno insistendo, non so bene da dove, credo ancora da parte dei quattro presidenti, per rilanciare questa facilitazione e stano cercando il luogo. Ci sono già opposizioni chiare, la stessa opposizione è divisa e il conflitto si acutizza ogni giorno di più. Siamo in movimento. Tutto quello che si può fare, bisogna farlo, con le necessarie garanzie».
Vaticano
Francis tells US, North Korea to cool nuclear tensions, seek mediation
NC Reporter
(Joshua J. McElwee) Pope Francis has told the United States and North Korea to deescalate their nuclear tensions, saying their ongoing dispute over weapons testing has become "too hot" and suggesting they might ask a third country to intervene and act as a mediator. In a half-hour press conference aboard the papal flight from Egypt Saturday, the pope also warned U.S. President Donald Trump and North Korean leader Kim Jong Un that a nuclear war would destroy "a big part of humanity." (...)
Il Messaggero
Riguardo al caso di Giulio Regeni «sono preoccupato: dalla Santa Sede mi sono mosso su questo tema, perché anche i genitori me lo hanno chiesto». Così papa Francesco, durante il volo dall'Egitto, ha risposto alla domanda dei giornalisti se della vicenda avesse parlato col presidente Al-Sisi. «La Santa Sede si è mossa - ha detto -, non dirò come e dove, ma ci siamo mossi». Del colloquio con Al-Sisi ha invece detto che «era privato, e per rispetto si deve mantenere la riservatezza. È riservato». (...)
Vaticano
In volo. Il Papa: «L'Europa rischia di sciogliersi. Regeni? Ci siamo mossi»
Avvenire
(Stefania Falasca) Sull'aereo che lo riportava a Roma, Francesco ha risposto ai giornalisti toccando molti temi di attualità internazionale. «Migranti? Ci sono campi di concentramento» -- L'emergenza migranti, le elezioni presidenziali francesi, il caso Regeni. Come di consueto nei viaggi internazionali, durante il volo di ritorno il Papa ha risposto alle domande dei giornalisti. (...)
Repubblica.it
(Paolo Rodari) Durante il volo di ritorno dal Cairo, Francesco parla dei rifugiati e apprezza gli sforzi dell'Italia. Risposte sulla vicenda del ricercatore friulano ucciso ma non rivela i contenuti dell'incontro con il presidente Al-Sisi. Tra i temi dell'intervista: i populismi in Europa, le tensioni Usa-Corea del Nord, la situazione in Venezuela. "Sono preoccupato per il caso Regeni, la Santa Sede si è mossa". Così Francesco durante il volo di ritorno dal Cairo, diciottesimo viaggio fuori i confini italiani. Il Papa parla del caso Regeni, dei populismi in Europa, della necessità che in Corea del Nord "si proceda con la strada della diplomazia". "Una guerra allargata oggi - dice - distruggerebbe buona parte dell'umanità, è terribile. Fermiamoci! Serve una soluzione diplomatica e un intervento delle Nazioni Unite che hanno il dovere di riprendere la loro leadership perché si è un po' annacquata". È ancora il tempo di un partito dei cattolici? "No, non siamo nel secolo scorso". "L'unico estremismo ammesso per i credenti - ha invece detto nella messa della mattina - è quello della carità". Parole dure sui migranti insieme all'apprezzamento per gli sforzi dell'Italia: "Esistono dei campi per rifugiati che sono veri campi di concentramento". (...)
Vaticano
Evoquant la présidentielle française, le pape rappelle l’importance de l’Europe et de l’accueil des migrants
La Croix
(Nicolas Senèze) Le pape François s’est prudemment exprimé, samedi 29 avril dans l’avion qui le ramenait du Caire, sur l’élection présidentielle française, donnant quelques éléments de discernement à des catholiques français désorientés. Dans l’avion qui le ramenait du Caire, samedi 29 avril, le pape François s’est, très prudemment, avancé sur le terrain de l’élection présidentielle française, alors que les catholiques sont à la fois désorientés et divisés sur le candidat pour lequel ils estiment devoir voter. (...)
Corriere della Sera
(Gian Guido Vecchi) Il Pontefice: «Cerchiamo soluzioni diplomatiche altrimenti buona parte dell'umanità sarà annientata». Francesco ha parlato anche di Regeni: «Il Vaticano si è mosso». Al Cairo ha invocato una «alleanza» delle fedi mai così urgente, la responsabilità comune per la pace nel pianeta. «L’unico estremismo ammesso per i credenti è quello della carità», diceva nella messa di congedo. Ed ora Francesco, nel volo che lo riporta a Roma, torna a evocare la terza guerra mondiale a pezzi e parla della crisi intorno alla Corea del Nord, del pericolo di una «guerra allargata» che annienterebbe «buona parte» dell’umanità, «fermiamoci, cerchiamo soluzioni diplomatiche». Come sempre, Francesco raggiunge i giornalisti in fondo l’aereo, «vi ringrazio, sono state 27 ore di tanto lavoro!», e risponde a tutte le domande. A cominciare dal caso Regeni. (...)
Vaticano
Vatican Insider
 
(Andrea Tornielli) L’intervista con Francesco sul volo di ritorno dall’Egitto. Sulla minaccia di conflitto nucleare in Corea: «Oggi una guerra allargata distruggerebbe buona parte dell’umanità». C’è bisogno di un intervento dell’Onu «la cui leadership si è un po’ annacquata». «Sono preoccupato per il caso Regeni, la Santa Sede si è mossa». Sull’Europa: «Rischia di sciogliersi». «Sono preoccupato per il caso Regeni, la Santa Sede si è mossa». Papa Francesco a ruota libera con i giornalisti in alta quota, nel viaggio di ritorno dal Cairo parla del caso di Regeni, dei populismi in Europa e dei venti di guerra in Nord Corea: «Oggi una guerra allargata distruggerebbe buona parte dell’umanità, è terribile. Serve una soluzione diplomatica e un intervento dell’Onu che ha il dovere di riprendere la sua leadership perché si è un po’ annacquata».
Ieri ha incontrato il presidente Al Sisi: avete parlato di diritti umani e del caso di Giulio Regeni? Si potrà conoscere la verità? 
«Quando sono con un capo di Stato in dialogo privato quello rimane privato, almeno che si sia d’accordo nel renderlo pubblico. Io ho avuto quattro dialoghi privati qui, e credo che se è privato, per rispetto, si deve mantenere la riservatezza. A proposito di Regeni: io sono preoccupato, e dalla Santa Sede mi sono mosso su quel tema, perché anche i genitori lo hanno chiesto. La Santa Sede si è mossa. Non dirò come ma ci siamo mossi».
Egitto
El papa aboga por la caridad frente al extremismo en su misa en Egipto
Terra
El papa Francisco abogó por la hermandad y la caridad frente al extremismo este sábado ante miles de fieles en un estadio de El Cairo, bajo un gran dispositivo policial, tres semanas después de los atentados contra la minoría cristiana en Egipto. El pontífice argentino, en visita desde el viernes en Egipto para promover la paz y la concordia entre musulmanes y cristianos, consideró (...) 
Italia
Giornata Università Cattolica: domani la Messa celebrata da mons. Giuliodori. Il Messaggio della Cei
SIR
Si celebra domani, domenica 30 aprile, la 93a Giornata dell’Università Cattolica del Sacro Cuore sul tema “Studiare il mondo è già cambiarlo”. Molte le iniziative in programma nelle sedi di Milano, Brescia, Piacenza. Alle ore 10.00, in diretta su Rai1, nell’Aula Magna a Milano, si svolgerà la celebrazione Eucaristica presieduta da monsignor Claudio Giuliodori, Assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica. (...)
Egitto
Pope Francis in Egypt: ‘Violence Is Negation of Every Authentic Religious Expression’

CNA/EWTN News - NC Register
(Hannah Brockhaus) Holy Father in first speech of trip: ‘Together let us declare the sacredness of every human life against every form of violence, whether physical, social, educational or psychological.’ In his first speech in Egypt on Friday, Pope Francis denounced all forms of violence and hatred, saying that they are blasphemous when carried out in the name of God or under the pretense of religion. “Peace alone, therefore, is holy, and no act of violence can be perpetrated in the name of God, for it would profane his name.” (...)
Egitto
Reunión de tres Papas y el Gran Muftí
El País.es
(Juan G. Bedoya) La libertad de conciencia fue el precepto más revolucionario del concilio Vaticano II, hace medio siglo. Las guerras de religión, que tantas tragedias han ocasionado a la Humanidad, suelen ser, casi siempre, guerras contra alguna religión. Creencias que se creen, no las mejores, sino las únicas (el famoso “fuera de la Iglesia no hay salvación”, y aún peor, el terrible anatema: “el error no tiene derechos”); el combate sordo o abierto entre evangelizadores o proselitistas estilo Savonarola; (...)
Telegraph.co.uk
(Josephine McKenna) The Knights of Malta elected a new leader in Rome on Saturday in a bid to end a bitter internal feud that led to Pope Francis’ personal intervention in the ancient Catholic chivalric order. Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto was named lieutenant of the Grand Master, which means he will serve a one-year term instead of the customary life-long term of a full Grand Master.  (...)
diariohoy
A partir del próximo martes se llevará a cabo la 113º Asamblea Plenaria de la Conferencia Episcopal Argentina (CEA) en la ciudad de Pilar, que tendrá como eje el análisis de la situación política, social y económica que vive el país. El cónclave, que estará presidido por monseñor José María Arancedo, se desa­rrollará entre el 2 y el 6 de mayo, y servirá además para presentar una propuesta de trabajo para la prevención de abuso de menores y adultos vulnerables. Semanas atrás, la Iglesia alertó que existe “un país dividido” que “no encuentra ni da soluciones a los problemas de la gente, especialmente de los más necesitados”. (...)
Svizzera
Le dialogue comme clef pour la théologie contemporaine. Allocution de Sa Sainteté le Patriarche œcuménique Bartholomée à l’Université de Fribourg le 24 avril 2017
patriarchate.org
C’est une grande joie et un grand honneur pour notre Modicité de participer à la présente cérémonie académique en lien avec le cinquantième anniversaire de notre Centre orthodoxe de Chambésy et le vingtième anniversaire de son Institut d’études supérieures en théologie orthodoxe qui collabore depuis sa fondation de manière fructueuse avec votre illustre Université. (...)
Italia
Messaggio del Presidente Mattarella a Sua Santità Papa Francesco in occasione del rientro dal viaggio apostolico in Egitto
quirinale.it
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato a Sua Santità Papa Francesco, il seguente messaggio:«Sono lieto di porgerLe i più cordiali saluti, del popolo italiano e miei personali, al rientro dal suo importantissimo viaggio apostolico in Egitto.Confido che il profondo significato di apertura al dialogo interreligioso, che Vostra Santità ha promosso con altissima autorevolezza, possa essere universalmente recepito come stimolo alla convivenza e al vicendevole arricchimento. Auspico altresì che la visita abbia rappresentato un importante richiamo, non solo per l'Egitto, ma per l'intero mondo arabo e per tutta la comunità internazionale, ai valori di pace, tolleranza e fraternità.Con profonda considerazione, nel rinnovarLe i sensi della mia stima, Le rivolgo il mio affettuoso pensiero».
(a cura Redazione "Il sismografo")
L'Alitalia Az321-4000 che trasportava Papa Francesco dalla capitale egiziana, Il Cairo, a Roma, secondo i dati forniti dal trasponder a bordo è atterrato sulla pista assegnata dell'Aeroporto romano di Fiumicino (CEST) alle 20.11. Si prevedono 10 minuti di rullaggio prima della sosta definitiva presso il Terminal.
E' plausibile che il Santo Padre si rechi subito, per una preghiera di ringraziamento, presso la Basilica Santa Maria Maggiore (Altare dell'Icona Salus populi romani) dove era andato giovedì ser prima della partenza. Per ora non esiste però una conferma ufficiale.
SinEmbargo
(Mónica Maristain) La muerte del Cardenal Juan Jesús Posadas Ocampo, a más de veinte años de ocurrida, continúa sin esclarecerse. Al respecto, muchas han sido las hipótesis, sin embargo ninguna ha dado con el verdadero asesino. Tomando como base este hecho, el periodista y escritor desarrolla su nueva novela Casquillos negros, publicada en el sello Tusquets.  Fue en el año 1993. Han pasado muchos años pero el crimen sigue sin esclarecerse y dividiendo la opinión de Guadalajara, (...)
infopublico.com
El Presidente Reuven Rilvin, la semana pasada en su residencia fue presentado con una nueva publicación en hebreo de papeles del Vaticano titulado “En nuestro tiempo” (del latín ‘Nostra Aetate’). El trabajo, dirigido por la profesora Dina Porat del Centro Kantor para el Estudio de la Judería Europea Contemporánea en la Universidad de Tel Aviv, incluyó documentos e investigaciones en hebreo relacionados con la relación entre la Iglesia Católica y el pueblo judío y el Holocausto, 1965 – año de la Declaración del Vaticano, “Nostra Ateta”, también conocido como “Documento Judío”, que eliminó la acusación de deicidio del pueblo judío. (...)
(a cura Redazione "Il sismografo")
El Nuevo Herald
La ancestral orden religiosa de los Caballeros de Malta eligió el sábado a un líder interino en un período de reforma luego que el último gran maestre fue expulsado de hecho por el papa Francisco. La votación secreta por 56 caballeros significa que la orden va a continuar el período de reforma ordenado por el Vaticano antes de elegir a un gran maestre para remplazar a Fra' Matthew Festing, que renunció en enero tras una disputa con el papa sobre la soberanía de la orden. (...)
Papa in Egitto
(a cura Redazione "Il sismografo")
(LB) Papa Francesco, ieri sera al termine della giornata, saluta un gruppo di 300 pellegrini circa, in particolare giovane. La brevi parole del Papa e la sua Benedizione nello scenario affascinante del grande Nilo di notte: “Buona sera a tutti voi! Sono contento di trovarvi! So che siete venuti in pellegrinaggio: è vero? Se è vero, è perché voi siete coraggiosi!. Prima di congedarsi dando la benedizione, Francesco ha infine rivolto un invito: “Ognuno di voi pensi alle persone che ama di più; pensi anche alle persone a cui non vuole bene e in silenzio ognuno di voi preghi per queste persone: per quelle a cui vuole bene e per quelle a cui non vuole bene. E vi do la benedizione, a voi e a queste persone”.
Episcopado ecuadoriano
Los Obispos de la Conferencia Episcopal Ecuatoriana, reunidos en su CXLI Asamblea Plenaria, queremos expresar la cercanía profunda y solidaria de la Iglesia que peregrina en el Ecuador con nuestros hermanos de Venezuela, ante la situación de conmoción social, de violencia y de muerte que atraviesan, en medio de una dura emergencia económica. De ninguna manera nos podemos sentir indiferentes ante el drama que padecen. Los acompañamos de corazón y sentimos toda su angustia. (...)
Sala stampa della Santa Sede
Nel corso del viaggio aereo dal Cairo verso Roma, sorvolando la Grecia e rientrando in Italia, il Santo Padre Francesco ha fatto pervenire ai rispettivi Capi di Stato i seguenti messaggi telegrafici:
Grecia
HIS EXCELLENCY PROKOPIS PAVLOPOULOS
PRESIDENT OF THE HELLENIC REPUBLIC
ATHENS
AS I RETURN FROM MY PASTORAL VISIT TO EGYPT, I WISH TO RENEW TO YOUR EXCELLENCY AND YOUR FELLOW CITIZENS THE ASSURANCE OF MY PRAYERS AND BEST WISHES FOR GREECE AND ALL ITS PEOPLE.
FRANCISCUS PP.
***
Agência Ecclesia
O Papa Francisco disse hoje no Cairo que a fé deve levar a ajudar os outros, seja qual for a sua religião, e alertou para os “falsos crentes” e o “extremismo”. “A verdadeira fé é a que nos leva a proteger os direitos dos outros, com a mesma força e o mesmo entusiasmo com que defendemos os nossos”, sublinhou, na Missa a que presidiu no estádio da aeronáutica militar, perante milhares de pessoas. A homilia, traduzida para o árabe, apresentou (...)
Italia
Giacomo Dalla Torre eletto Luogotenente del Gran Maestro dell'Ordine di Malta
HuffPost
(Maria Antonietta Calabrò) Tra inglesi e tedeschi, la spunta un italiano. Per accompagnare il lavoro di riforma costituzionale dell'Ordine di Malta, lo SMOM sarà guidato da Fra' Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto che è stato eletto questa mattina Luogotenente del Gran Maestro, investito cioè dell'esercizio dei pieni poteri religiosi e " sovrani", ma in carica , non a vita, ma per un anno. (...) 
Tv2000
Stasera sull’emittente della Cei la conferenza stampa con i giornalisti sul volo papale. La conferenza stampa integrale di Papa Francesco con i giornalisti sul volo di ritorno dal viaggio apostolico in Egitto sarà trasmessa da Tv2000 stasera alle ore 22.30 circa.

Vatican Insider
(Domenico Agasso jr) Il Papa al Cairo mette in guardia religiosi e seminaristi su alcuni pericoli mondani, tra cui l’«individualismo», sentirsi «al di sopra degli altri e quindi sottometterli». Il portavoce di Al Sisi: non si è parlato di Regeni. I sacerdoti e i religiosi non devono cedere «alle tentazioni che incontra ogni giorno sulla sua strada», come quelle «di lasciarsi trascinare e non guidare», di «lamentarsi continuamente», del «pettegolezzo e dell’invidia», del «paragonarsi con gli altri», dell’«individualismo», del «camminare senza bussola e senza meta». Devono guardarsi pure da quella del «faraonismo» (...)
Egitto
Pope preaches peace, surrounded by reminders of conflict
Crux
(John L. Allen Jr.) Saying Mass in a soccer stadium owned and operated by the all-powerful Egyptian army, and surrounded by thick security protocols, Pope Francis on Saturday continued his campaign for peace in a country often torn by political and religious conflict, insisting that the only fanaticism pleasing to God is that of fanaticism about charity. (...)
Zenit
(Federico Cenci) Ecumenismo, dialogo interreligioso, lotta al terrorismo: i punti essenziali della due giorni di Bergoglio al Cairo. Puntuale rispetto alla tabella di marcia, l’aereo Alitalia AZ A321 con a bordo Papa Francesco è partito dal Cairo alle 17 di oggi, 29 aprile 2017, per far rientro in Italia dopo la due giorni in Egitto. Tra i diciotto viaggi internazionali compiuti finora da Bergoglio, quello nel Paese nordafricano è stato tra i più brevi ma anche tra i più intensi. Ecumenismo, dialogo interreligioso, lotta al terrorismo sono temi che in questa terra assumono un valore preminente e che hanno intriso di significato ogni sillaba pronunciata dal Vescovo di Roma nei vari incontri. (...)
Regno Unito
Catholic bishops urged to review celibacy rules amid shortage of priests
The Guardian

Call for commission to reconsider celibacy as condition of priesthood as number of priests in England and Wales plummets. Catholic bishops in England and Wales are facing a fresh call for a national commission on the ordination of married men amid mounting concern that the church’s celibacy requirement is contributing to a shortage of priests. The call for a review of celibacy as a condition of priesthood comes after Pope Francis (...)
Eco di Bergamo
(Alberto Bobbio) Un nuovo patto e una nuova alleanza. Ma anche una nuova solidarietà, dove l’empatia per le vittime, tutte le vittime delle identità contrapposte e in conflitto, sbaragli la trappola nella quale è finito il mondo. Papa Francesco ha alzato la posta nel primo giorno della missione in Egitto. Non ha chiesto protezione per i cristiani, non ha mendicato considerazione per minoranze in terra ostile e nemmeno una gestione dei conflitti nel quale almeno salvare il salvabile. Ha chiesto di allearsi per il bene comune. (...)
Vaticano
Ordine di Malta. Lettera di Papa Francesco al Consiglio Compito di Stato (prima dell'elezione del Luogotenente di Gran Maestro)
Ordine di Malta
Nella mia sollecitudine pastorale perché l’Ordine di San Giovanni possa offrire alla Chiesa e al mondo i carismi, la missione e l’opera per cui il Signore più di novecento anni fa lo ha suscitato, desidero rivolgervi una parola di incoraggiamento ed un pensiero di riflessione in questo momento in cui vi preparate all’elezione del Gran Maestro o del Luogotenente di Gran Maestro. (...) 
Vaticano
Sabato 29 aprile: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
Papa in Egitto
*** Santa Messa nell’ “Air Defense Stadium” del Cairo. Omelia del Santo Padre
- "Dio gradisce solo la fede professata con la vita, perché l’unico estremismo ammesso per i credenti è quello della carità! Qualsiasi altro estremismo non viene da Dio e non piace a Lui!"
Questa mattina, dopo essersi congedato dalla Nunziatura Apostolica, salutato, tra gli altri, da un gruppo di bambini della Scuola Comboniana del Cairo, il Santo Padre Francesco si è trasferito in auto all’ “Air Defense Stadium”. Al Suo arrivo ha compiuto un giro in papamobile tra i fedeli riuniti. 
Omelia del Santo Padre
Al Salamò Alaikum / la pace sia con voi!
Oggi il vangelo, nella III Domenica di Pasqua, ci parla dell’itinerario dei due discepoli di Emmaus che lasciarono Gerusalemme. Un vangelo che si può riassumere in tre parole: morte, risurrezione e vita.
Morte. I due discepoli tornano alla loro vita quotidiana, carichi di delusione e disperazione: il Maestro è morto e quindi è inutile sperare.
Papa in Egitto
Telegramma di Papa Francesco al Presidente della Repubblica Araba d’Egitto
Sala stampa della Santa Sede
Subito dopo la partenza in aereo dal Cairo, Papa Francesco fa pervenire al Presidente della Repubblica Araba d’Egitto, Abdel-Fattah Al-Sìsi, il seguente telegramma:
HIS EXCELLENCY ABDEL FATTAH AL SISI
PRESIDENT OF THE ARAB REPUBLIC OF EGYPT
CAIRO
AS I LEAVE EGYPT, I WISH TO EXPRESS MY DEEP GRATITUDE TO YOUR EXCELLENCY AND to ALL THE beloved EGYPTIAN PEOPLE FOR YOUR WARM WELCOME AND HOSPITALITY. WITH THE ASSURANCE OF MY PRAYERS, I INVOKE UPON THE NATION THE DIVINE BLESSINGS OF PEACE AND JOY.
FRANCISCUS PP.
(a cura Redazione "Il sismografo")
Terra
Colombia deberá hacer un esfuerzo para no "manipular" políticamente, en favor de "intereses personales o de grupo", la visita que el papa Francisco hará al país en septiembre próximo, manifestó monseñor Fabio Suescún, el obispo encargado de organizar la gira del pontífice. "Hay una súplica por el respeto al papa y al país y para que no se haga ninguna manipulación política. Sería restarle a la visita toda su fuerza porque el papa quiere la unión, no ponerse al servicio de intereses particulares", subrayó Suescún, obispo castrense, en una entrevista con Efe en Bogotá. (...)
Egitto
Joyful stadium crowd greets Pope Francis on day two of his Egypt trip

latimes.com
Elated crowds greeted Pope Francis at a Mass in Cairo's Air Defense Stadium on Saturday, unafraid despite recent suicide bombings at Christian churches. "God will protect us," said Nada Yossef, 30, as she clutched the free ticket she received through church and waited to clear metal detectors and guards stationed at every entrance. Francis entered the stadium at 9:30 a.m. to applause as a fleet of yellow and white balloons was released -- the Vatican colors (...)
Italia
Fra’ Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto eletto Luogotenente di Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta
Ordine di Malta
Fra’ Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto è stato eletto questa mattina Luogotenente di Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta. Il Consiglio Compito di Stato, l’organismo elettivo, si è riunito nella Villa Magistrale di Roma, una delle due sedi istituzionali dell’Ordine di Malta.Il nuovo eletto presterà giuramento davanti al Delegato speciale del Papa presso il Sovrano Ordine di Malta, l’Arcivescovo Angelo Becciu, ed ai membri del Consiglio Compito di Stato domani mattina nella chiesa di Santa Maria in Aventino. (...) 
Radio Vaticana
La celebrazione del 150.mo anniversario dell’Azione Cattolica sia “occasione preziosa per rinnovare il vostro essenziale impegno laicale al servizio della Chiesa e del mondo”. Lo scrive la presidenza della Conferenza episcopale italiana in un messaggio all’Associazione, reso noto oggi a poche ore dall’apertura della 16.ma Assemblea nazionale. Assemblea, nel corso della quale, domenica 30, l'Azione Cattolica festeggerà la ricorrenza in Piazza San Pietro, con Papa Francesco. Un traguardo, scrive la presidenza Cei, che costituisce “l’occasione perché la Chiesa italiana possa dirvi il suo 'grazie' per la vostra presenza”. (...)
Egitto
Per le vittime degli attentati / Con il piccolo gregge
L'Osservatore Romano
Per le vittime degli attentati
(Maurizio Fontana) Al Salamò Alaikum! Sono state in arabo le prime parole ufficiali pronunciate da Papa Francesco in Egitto. E a quell’annuncio di pace risuonato tanto familiare, la platea di Al-Azhar, la più antica università islamica, è scattata in un convinto e fragoroso applauso. Pochi secondi prima, dopo aver ascoltato il discorso del grande imam Ahmad Al-Tayyib e il suo invito a promuovere insieme una cultura della pace, il Pontefice aveva risposto con un abbraccio intenso e prolungato, uno slancio sincero, al di là di qualsiasi formalismo.
Episcopado ecuadoriano
La Conferencia Episcopal Ecuatoriana, reunida del 24 al 28 de abril en Betania (Quito), se dirige al pueblo del Ecuador en comunión de fe y esperanza. Al comienzo de la Asamblea, los Obispos del Ecuador expresamos nuestro sentimientos de gratitud y estima a Monseñor Giacomo Guido Ottonello, Nuncio Apostólico en el Ecuador, recientemente destinado a Eslovaquia, por su labor tanto en la Iglesia como ante el Estado ecuatoriano en los últimos 12 años.En un clima de fraternidad y corresponsabilidad, los obispos designaron a los nuevos miembros del Consejo de Presidencia de la Conferencia y a los  (...)
Italia
Leopoldina Naudet beatificata a Verona. Dalla corte imperiale al chiostro
L'Osservatore Romano
«La santità non è un vestito che si acquista ai grandi magazzini» perché «è confezionato da Dio» con il nostro «assenso alla sua grazia»: ecco il profilo spirituale che meglio si cuce addosso a Leopoldina Naudet, «passata dalla corte imperiale al chiostro», beatificata sabato pomeriggio 29 aprile nella basilica di Sant’Anastasia a Verona.
Mondo
La stampa internazionale sul viaggio in Egitto. Andando sempre in contropiede
L'Osservatore Romano
Ampia eco ha destato il viaggio in Egitto di Papa Francesco sulla stampa internazionale. Accanto alla cronaca dettagliata del primo giorno in terra egiziana non sono mancati i commenti e le testimonianze raccolte dai corrispondenti arrivati al Cairo al seguito di Papa Bergoglio. Una visita coraggiosa e complicata allo stesso tempo, spiega Renzo Guolo su «la Repubblica».
NC Reporter
(Joshua J. McElwee)   Pope Francis' trip to Egypt was marked Friday, April 28, by a significant step forward in ecumenical relations between the Roman Catholic and Coptic Orthodox Churches. In a joint declaration signed April 28 by Francis and Coptic Pope Tawadros II of Alexandria during Francis' visit to the Orthodox St. Mark Cathedral in Cairo, the two churches agreed that they would not hold baptisms for members of one church wishing to join the other. (...)
Egitto
Giovanni Maria Vian: Di fronte alla storia
L'Osservatore Romano
Una visita essenziale è stata quella del Pontefice al Cairo, riassunta con speranza nel motto «Papa di pace nell’Egitto di pace». Solo poche ore, ma che lasciano un’indicazione forte e univoca in tre ambiti. In quello politico, per contrastare le guerre e il terrorismo che da troppo tempo devastano quest’area del mondo. Nella ricerca ostinata del dialogo con l’islam, contro la strumentalizzazione della religione ripetendo il no alla violenza. E infine nel cammino ecumenico, che avanza anche nella realtà tragica e dolorosa della persecuzione e del martirio di tanti cristiani uccisi senza distinzioni confessionali dal fanatismo dei fondamentalisti.
Télam
Encabezados por el presidente de la CEA, el arzobispo de Santa Fe, monseñor José María Arancedo, el centenar de obispos de todo el país se reunirá desde el próximo martes, hasta el sábado 6, en la casa de retiros El Cenáculo-La Montonera de la localidad bonaerense de Pilar, informó la oficina de prensa del Episcopado. Durante la asamblea plenaria, "se comenzará con un itinerario de trabajo sobre el tema de la reconciliación en el marco de la cultura del encuentro" y los obispos "continuará (...)
Egitto
Incontro con il Clero, Religiosi e Seminaristi – Seminario di al-Maadi. Dono del Santo Padre
Sla stampa della Santa Sede
Italiano
Icona della Sacra Famiglia. Realizzata da Fr. Yousal Elsoryani, quest’opera rappresenta il “Ritorno della Sacra Famiglia dall’Egitto”, avvenuto solo dopo la morte del crudele Erode, all’età di 70 anni. Opera particolarmente interessante per l’interpretazione, nello stesso tempo affettuosa e geograficamente allusiva che ne dà l’artista, questa Sacra Famiglia non ci appare notevole solo perché in linea con i canoni della tradizione figurativa copta, ma anche per quella tenerezza con cui il pittore ha trattato sia i volti della Vergine Maria e di Giuseppe, che quello del Bambino.
Papa in Egitto
Viaggio Apostolico del Santo Padre Francesco in Egitto (28-29 aprile 2017) – Incontro di preghiera con il Clero, i Religiosi, le Religiose e i Seminaristi al Seminario Patriarcale Copto-Cattolico di Maadi
Sala stampa della Santa Sede
[Text: Italiano, English, Français, Español, Português]
Alle ore 14.45 di questo pomeriggio, il Santo Padre Francesco, lasciata la Nunziatura Apostolica, si trasferisce in auto al Seminario Patriarcale Copto-Cattolico di Maadi, nella periferia a sud del Cairo. Pubblichiamo di seguito il discorso che il Santo Padre Francesco rivolge ai sacerdoti, ai religiosi, alle religiose e ai seminaristi, dopo l’indirizzo di saluto del Rettore del Seminario, P. Toma Adly Zaky, e le letture:
Discorso del Santo Padre

Beatitudini,
cari fratelli e sorelle,

Al Salamò Alaikum! (La pace sia con voi!)
“Questo è il giorno fatto dal Signore, rallegriamoci in Lui! Cristo ha vinto la morte per sempre, rallegriamoci in Lui!”.
Sono felice di trovarmi fra voi in questo luogo dove vengono formati i sacerdoti e che rappresenta il cuore della Chiesa Cattolica in Egitto. Sono felice di salutare in voi, sacerdoti, consacrati e consacrate del piccolo gregge cattolico in Egitto, il “lievito” che Dio prepara per questa Terra benedetta, perché, insieme ai nostri fratelli ortodossi, cresca in essa il suo Regno (cfr Mt 13,13).
Desidero innanzitutto ringraziarvi per la vostra testimonianza e per tutto il bene che realizzate ogni giorno, operando in mezzo a tante sfide e spesso poche consolazioni. Desidero anche incoraggiarvi! Non abbiate paura del peso del quotidiano, del peso delle circostanze difficili che alcuni di voi devono attraversare. Noi veneriamo la Santa Croce, strumento e segno della nostra salvezza. Chi scappa dalla Croce scappa dalla Risurrezione!
Cile
Vescovi Cile: preoccupazione per “la grave tensione che si vive nel dibattito sociale e politico, soprattutto in quest’anno elettorale”
SIR
Preoccupazione per “la grave tensione che si vive nel dibattito sociale e politico, soprattutto in quest’anno elettorale” è stata espressa dalla Conferenza episcopale cilena (Cech), nel comunicato finale della centotredicesima assemblea plenaria, che si è svolta dal 24 aprile a ieri a Punta de Tralca. (...)